La guida delle assicurazioni in Italia

Quale assicurazione scegliere in Italia e come sceglierla? quali sono le migliori compagnie assicurative in Italia? Questo articolo è una vera e propria guida delle assicurazioni in Italia, fatta per aiutarvi a scegliere il prodotto che fa per voi!

Vivendo in Italia, noi di aller en Italie, abbiamo dovuto familiarizzarci con il mondo delle assicurazioni. Sappiamo bene quanto queste pratiche possono spaventare, ed è per questo che abbiamo riunito informazioni che speriamo possano aiutarvi ad ottenere la polizza di cui avete bisogno!

SOMMARIO

 

1# Quali sono le assicurazioni obbligatorie in Italia?

Tra le prime pratiche da gestire per vivere in Italia, bisognerà rapidamente valutare la questione delle assicurazioni italiane. In un primo momento é quindi essenziale capire quali sono le assicurazioni obbligatorie in Italia, e quali, invece, sono facoltative. Una guida delle assicurazioni in Italia potrebbe esservi di aiuto?

La buona notizia é che l’unica assicurazione obbligatoria in Italia é quella della vostra auto!

Per quanto riguarda l’assicurazione della casa, la responsabilità civile, potrete valutarne il bisogno in un secondo momento, se deciderete di essere previdenti!

Gli italiani, solitamente non sono abituati a sottoscrivere assicurazioni aggiuntive, ma l’utilità di un’assicurazione resta una scelta personale e ognuno deve sentirsi libero di fare le proprie scelte a riguardo, indipendentemente dagli usi e costumi locali.

Al suo arrivo, Jessica, pensava dover sottoscrivere un’assicurazione per la casa, una’assicurazione sanitaria, invece è stato tutto molto più semplice di quello che avrebbe potuto pensare!

1.1 Come fare per sottoscrivere un’assicurazione auto in Italia?

Una volta arrivati in Italia, ci possono essere diverse situazione che possono influire sul vostro contratto assicurativo.

In regola generale, le compagnie assicurative non tengono conto delle attestazioni fatte dalle assicurazioni estere per quanto riguarda la vita assicurativa del conducente, e hanno tendenza ad assegnare le classi di rischio più alte, per minimizzare i rischi a cui si espongono.

Tuttavia, non è sempre cosi (e vedremo nei prossimi paragrafi alcuni casi in cui non è valida questa affermazione). In ogni caso, prima di pensare all’assicurazione bisognerà procedere con la conversione della patente francese.

Per informazione, l’assicurazione viene pagata ogni 6 o 12 mesi.

 

1.2 Quanto costa un’assicurazione auto in Italia?

Se vi state chiedendo quanto costa un’assicurazione auto in Italia, vi diciamo subito che il prezzo sarà sempre più alto di quello che pagavate in Francia.

Il prezzo di una polizza può’ variare dai 250 ai 1500 euro annui per una copertura base.

Questa differenza è dovuta principalmente al fatto che spesso il vostro storico assicurativo, non è preso in considerazione dalle compagnie Italiane, e che in certe regioni il rischio di furto e/o incidente è più elevato.

Ad ogni modo, il prezzo per stipulare la polizza assicurativa diminuirà man mano che salirete di classe assicurativa a seguito dell’assenza di incidenti nel corso degli anni.

Noi abitiamo in una zona in cui i prezzi delle assicurazioni sono un po’ più alte. L’assicurazione auto di Andrea costa circa 500 euro annuo ( piccola city car, recente, benzina, piccola cilindrata) e quella di Jessica costa circa 800 euro ( auto che ha 10 anni, monovolume, diesel). Abbiamo potuto utilizzare la legge Bersani, ma l’attestato di rischio di Jessica non è stato preso in considerazione.

1.3 Come risparmiare sull’assicurazione auto in Italia?

Nel caso il vostro coniuge (non è necessario che siate sposati è sufficiente che faccia parte dello stesso stato di famiglia, ovvero che abbiate la residenza nello stesso indirizzo) è italiano ed è già in possesso di un’assicurazione auto in Italia, potrete usufruire della legge Bersani che vi consente di acquisire la sua stessa classe di merito. Ovviamente il prezzo sarà più alto rispetto a quello che avrebbero offerto a lui, ma comunque vi permetterà di avere uno sconto interessante.

Esiste un’altra possibilità di risparmiare fino al 25% sul prezzo della vostra polizza accettando di mettere un GPS nell’auto assicurata. Questo strumento permette all’assicuratore di determinare la responsabilità di ogni persona coinvolta in eventuali incidenti.

Ognuno è libero di valutare se il prezzo risparmiato vale la pena. Da un lato questo dispositivo può essere visto come una protezione oppure come l’opportunità per la compagnia di limitare gli indennizzi a seguito di incidenti.

Poi, se volete realizzare un’economia supplementare di 100-150 euro, potete scegliere di pagare la vostra rata in modo annuale e non semestrale.

2# Quali sono le assicurazioni facoltative in Italia?

2.1 Occorre prendere un’assicurazione per la casa in Italia?

Assicurare la propria casa in Italia non è obbligatorio, tuttavia, nel caso ci fossero danni oppure furti, tutte le spese sarebbero a carico vostro.

Nell’assicurazione casa, come in Francia, c’è la responsabilità civile compresa nella prestazione.

Rispetto alla polizza auto, la polizza casa in Italia ha un prezzo simile a quello che è possibile trovare in Francia. Non è un servizio molto usato in Italia ma offre veramente maggiore serenità.

2.2 Occorre prendere un’assicurazione responsabilità civile in Italia?

Parlare di responsabilità civile in Italia, è un tema molto vasto. Certamente le regole non sono diverse. Esistono 3 tipi di responsabilità civile e operano nel campo della casa, dell’auto, della famiglia.

Nella vostra polizza auto italiana, c’è una responsabilità civile obbligatoria che copre i danni causati in modo involontario a terzi mentre state guidando.

Per quanto riguarda il vostro contratto assicurativo italiano per la casa, troverete sistematicamente la RC che copre i danni provocati in modo involontario nella vostra casa.

Per tutti i danni causati involontariamente da voi o la vostra famiglia al di fuori della vostra casa, esiste invece la RC famiglia.

2.3 Come ottenere una copertura sanitaria in Italia?

Una delle prime cose che cerchiamo in Italia, è un prodotto anaogo alla “mutuelle” francese.

In realtà il sistema sanitario italiano è completamente diverso a quello francese e purtroppo non esiste una “mutuelle” versione italiana.

Nelle strutture pubbliche, le prestazioni mediche sono gratis ma i tempi di attesa sono abbastanza lunghi. Per quanto riguarda gli esami, ogni cittadino (tranne eccezioni) deve pagare un ticket, una quota per alcune prestazioni specifiche (prestazioni di pronto soccorso, prestazioni specialistiche per visite, esami strumentali, analisi di laboratorio, farmaci e cure termali.

Tuttavia esiste un modo di ottenere una migliore presa in carico delle spese mediche in Italia.

Se lavorate, sappiate che dipendete da un contratto collettivo nazionale. Per esempio, un commerciale, dipenderà dal contratto collettivo del commercio (in genere ma informatevi puntualmente qual’è il contratto nazionale che avete sottoscritto). In Italia, il contratto nazionale ha un peso molto importante sulla vita lavorativa dei cittadini e possono compresi vantaggi non indifferenti che spesso non vengono pubblicizzati).

Tutti gli impiegati che dipendono dallo stesso contratto collettivo, avranno le stesse regole per quanto riguarda il periodo di prova, la malattia, l’assunzione, ecc ecc..e dipenderanno dallo stesso fondo sanitario. Per il contratto nazionale del commercio il fondo sanitario sarà Fondo Est. Questo significa che avete il diritto a una presa in carico delle spese mediche nelle strutture private, con qualche condizione.

Se non possedete un contratto di lavoro, ma il vostro coniuge lavora e dipende quindi da un contratto collettivo, avete diritto, pagando una certa cifra che di solito è più o meno di 200 euro, di avere lo stesso livello di presa in carico delle spese mediche.

3# Quali sono le migliori compagnie assicurative in Italia?

3.1 Come fare per scegliere bene il proprio assicuratore?

Per scegliere bene la propria assicurazione in Italia, è utile comparare i prezzi e le prestazioni. Potrete usare per esempio facile.it, segugio.it o assicurazioni.it.

Vi consigliamo di chiedere i preventivi direttamente alle varie compagnie assicurative per avere un’idea globale delle prestazioni. Prendete il tempo necessario per prendere la migliore decisione, anche perché noterete che da una compagnia assicurativa all’altra i prezzi possono triplicare.

3.2 Qual’è la lista degli assicuratori in Italia?

assicurazioni in italia

Ecco le compagnie assicurative italiane più conosciute, alcune sono online, ma sono Gruppi seri, spesso hanno alle spalle aziende che offrono a prezzi superiori un servizio con filiali fisiche sul territorio.

Anche se è molto semplice sottoscrivere un contratto assicurativo online in Italia, è preferibile le prime volte, incontrare un’assicuratore per avere tutti i dettagli sul contratto che state per firmare (non esitate a esprimere tutte le vostre perplessità). Quando si viene dall’estero è sempre tutto più complicato ed è forse più saggio spostarsi la prima volta.

Seguiteci su Facebook, Instagram, You Tube per non perdere tutti i consigli per realizzare un CV efficace in italiano, conoscere i mestieri che assumono in Italia, o conoscere tutti i segreti legati all’espatriazione, al lavoro o ai viaggi in Italia!

A presto

Jessica&Andrea

Articles conseillés